Ho visto tanti gatti senza sorriso, ma un sorriso senza gatto mai

Archivio per agosto, 2015

La mia personale Avvelenata

Io non sono la più facile degli individui ma sono estremamente lineare. Come diceva non ricordo chi sono una persona complicata che vive in modo molto semplice. Sono coerente, sono trasparente, sono schietta nella stessa misura in cui sono intransigente, sono testarda, sono fumantina.

Non sopporto, per esempio, chi si proclama portatore di libertà indiscussa e poi si nasconde dietro alla moderazione per non avere a che fare con idee diverse dalle sue. Ancora, non sopporto che questi stessi autoproclamatisi campioni delle libertà sostengano di essere gli unici depositari del verbo. Ed è chiaro: se uno è la stessa incarnazione della verità ovvio che tranci con la scure il resto.

Detesto anche che si pretenda di conoscermi e di sapere della mia vita, che la si guardi con la pietosa accondiscenza che si potrebbe riservare ad malato grave o che le si attacchino addosso etichette stereotipate e stantie. La mia vita è quella che mi sono costruita, come volevo io e come va bene a me. E la amo così come sta perché è quello che sono, che voglio e che spero.

Trovo insopportabile che si vogliano i privilegi e le comodità del vivere in una società senza però pagare il misero prezzo dell’accordarsi nel limitare se stessi. E che contemporaneamente si gridi allo scandalo quando gli altri (sempre e solo gli altri) fanno lo stesso.

Mi fanno imbestialire l’incoerenza e tutti quelli che proclamano a loro giustificazione che “solo un cretino non cambia idea” come se le due cose avessero un nesso. Come se il cambiare le carte in tavola a proprio piacimento e beneficio fosse sinonimo di brillantezza e apertura di pensiero.

Ottengo orticaria per l’ignorante arroganza dell’egocentrismo che nega i desideri ed i bisogni di tutti quelli che non sono contenuti nella sfera di intoccabilitá in cui o più si avvolgono.

Sono inferociti, stanca e stufa.